lunedì 28 agosto 2017

Oggi mi è ritornato mente un post che avevo scritto circa 6-7 anni fa, perché stavo svuotando la borsa ad un controllo prima dell'accesso ad un ufficio pubblico.

Cosa ci portiamo appresso tutti i santi giorni? Io personalmente un sacco di roba, che a ben pensarci nemmeno uso, ma sta lì comunque "per l'eventualità che".
Dopo un paio di settimane di ferie ecco che oggi ho ripreso la routine lavorativa ed alla borsetta si è aggiunta la sportina per la spesa (questa nel link purtroppo è stata distrutta, da quanto l' ho usata), che già alla partenza da casa contiene una bottiglietta di acqua, un libro ed il pranzo (o presunto tale)......

Cosa ho trovato nella borsa :
- portafoglio
- chiavi di casa
- chiavi dell'ufficio
- chiavi della macchina
- appendiborsa
- cavetto per ricarica cellulare
- 2 chiavette usb
 - deodorante e fondotinta, rossetto e mini-roll profumo
- mini-trousse con cerottini e gocce oculari
 - iPod e auricolari
 - documenti di identità (3 perché mi porto pure quelli delle figlie)
- un numero imprecisato di carte fedeltà
- portafazzoletti
- occhiali da sole e da vista
- stampe varie da leggere

Che differenza rispetto a quando le pupette erano piccine....

Eppure sembra tutto indispensabile.

L'unico momento i cui elimino cose è - appunto - il momento in cui si parte in ferie, ad esempio, oppure quello in cui si fanno le pulizie di primavera.

Oppure ancora quando si cambia borsa, ma davvero non fa per me: quanto tempo perso a spostare le cose per poi ritrovarsi as aver dimenticato proprio quella tasca in cui stava proprio quell'oggetto che proprio quel giorno dobbiamo all'improvviso usare?
MA quando mai.... per me borse classiche, per aspetto e colore, che si sposano bene praticamente con tutto.

mercoledì 9 agosto 2017

Finito e già in uso: il tiragraffi

Ennesimo progettino portato a termine, questa volta però non è stato lavoro mio.

Io ho contribuito con la ricerca del "cosa & come" (grazie YouTube) e con le spiegazioni alle figlie dei vantaggi del riciclo. Ah, e con la ricerca del materiale necessario presso il supermercato vicino casa (sotto il solleone di inizio agosto, grazie mamma).

Per il resto loro hanno seguito le istruzioni, armate di righello, forbici e colla (in parte sostituita dalla combinazione farina-acqua al pensiero che ogni tanto il micio potrebbe anche sgranocchiare, oltre a farsi le unghie...).



E' venuto benissimo!
Costo: il tubo di colla usato forse per 1/5 (circa 50 cent).

Ah, il micio arriverà a settembre... nel frattempo sta già usando il nuovo giocattolo (rigorosamente per interni, per ovvie ragioni). Direi duplice obiettivo raggiunto (quello di farglielo usare e di tentare di risparmiare il divano di casa), oltre al non-secondario scopo di occupare le figlie con attività interessanti.



lunedì 7 agosto 2017

Cassa-panca da giardino finita

Quando si dice che un periodo è produttivo.....

quiet book finito,

ora la cassapanca,

a breve i cuscini per esterno, complice un bel video suggeritomi  da CreazioniCraft .

Tornando alla cassapanca in questione ....  non è un riciclo vero e proprio perché abbiamo acquistato la base, in saldo ed in condizioni pietose (da vergognarsi a venderla, dico io....).

Però:
cercavamo una cassapanca di dimensioni ben definite per la destinazione in giardino e non l'abbiamo trovata
- abbiamo allora pensato di costruircela , con tanto di progetto, ma il legno ha prezzi proibitivi pur non trattandosi di uno sproposito di mq.
abbiamo quindi abbandonato rimandando a tempi migliori 

E ... 

... per puro caso ci siamo imbattuti in una "fioriera" (in ogni caso spacciata per tale): due valutazioni veloci e poi comprata + rinforzata + dotata di seduta a cerniera + dipinta.

Ne siamo soddisfatti.

Per ora uso i cuscini a cuore Ikea, tirati fuori dal fondo di un armadio. Sono in tinta con il disegno, oltretutto.

Stencil fai-da-me scelto dalle pupe e realizzato in brevissimo tempo, due mani di vernici protettiva e voilà.




giovedì 3 agosto 2017

Quiet book finito

In tanti sanno cosa sono ma non tutti li conoscono.
Ce ne sono di elaboratissimi, di più semplici e in varietà inimmaginabili: si spazia da tematica ed età  ad attività e materiali, per non parlare del metodo di assemblaggio per l'uso.....

O dei prezzi, che per forza di cose deve considerare tutte le caratteristiche di cui sopra. Basta farsi un giro in rete per verificare....

Quanti però sanno quanto lavoro (in termini di progettazione, materiale e realizzazione) c'è dietro?

Ieri l'assemblaggio mi ha richiesto alcune ore. Ed erano solo 8 facciate, delle quali solo 4 davvero pianificate nei dettagli.

Mi è piaciuto l'assemblaggio, ho scoperto una tecnica interessante e mille trucchetti che "se non ci provi non capisci davvero". Ed ho - ovviamente - eseguito delle cuciture imperfette nonché fatto errori macroscopici.

Non importa comunque, poiché la parte interessante (per me )è stata svolta, esattamente come per il mio primo tentativo del genere.

Unico hic: finirà nelle mani di una bimba che ha già tutto, quindi con molta probabilità dimenticato ben presto sotto una montagna di altre cose......






lunedì 24 luglio 2017

Imprevisto

Quando dici che andrai nel negozio di giocattoli proprio la mattina per prendere dei palloncini gonfiati , così fai contenta la pupa (che da ogni compleanno degli altri si porta a casa i palloncini e ti riempie casa) ed eviti di doverli nascondere in garage, dato che con il caldo che fa di sicuro non puoi lasciarli "nascosti" in giardino al sole dal giorno prima....

... e ti ritrovi il negozio chiuso per imprevisto.

Al volo con jeans, nastro colorato, pizzo e qualche nappina .... aggiunta di campanelli ad ogni punta.... e appesa in giardino tra balcone e siepe....

non è la stessa cosa e le foto non rendono bene i colori, ma vabbè.... le emergenze sono emergenze.

Ad un miglioramento della banderuola sto lavorando, in tempo per il compleanno di settembre....


giovedì 20 luglio 2017

Letture passate e future...

Tempo fa  (qui e qui ) pensavo che lo scambio libri fosse una buona idea. In realtà è più complicato del previsto, al di la degli scambi tra amici/colleghi/famigliari.

Non sono una persona che ama collezionarli, piuttosto una che ama leggere. Non ho un genere preferito in assoluto, mi piace provare autori nuovi o generi nuovi.  Le occasioni non mancano e il tempo è tiranno, ma in qualche modo riesco a mantenere una media decente....

venerdì 14 luglio 2017

Secondo quiet book in corso

Mai dire "mai più"....

Mi sono lanciata in un nuovo assemblaggio, mantenendo il filo conduttore del primo: una pagina per ogni lettera del nome del destinatario.

Allora - rimanendo sempre con materiale a disposizione, in parte proveniente da riciclo - ecco a che punto sono:






Devo capire come unire il tutto per farne un libriccino oppure una raccolta, ma penso di utilizzare un vecchio jeans (in qualche modo).

A' suivre....
Le foto presenti in questo blog con il logo "creazioniedintorni" sono di mia
proprietà così come alcune senza logo. Ce ne sono altre prese da internet da fonti che le definivano free, quindi per queste ultime nel caso in cui
io abbia potuto ledere inconsapevolmente il diritto d'autore, vi prego di avvisarmi via e-mail e
verranno immediatamente rimosse. Grazie